RINTONE : PODIO PER "LA CRICCA"

Con la premiazione, avvenuta in grande stile all’Auditorium Tarentum, si è concluso il Festival di Teatro  in lingua “PREMIO RINTONE”, che ha avuto inizio il 17 ottobre e si è concluso il 19 dicembre. Direttore Artistico del Festival  Lino Conte. l’organizzazione: Spazio 122 gestione Tarentum e compagnia teatrale Lino Conte nelle persone di Aldo Salamino, direttore responsabile organizzativo; Serena Mellone direttore responsabile comunicazione e sviluppo;  Leonardo Palumbo, direttore del teatro.

Sei le compagnie finaliste che si sono confrontate sul palco innanzi alla giuria formata da esperti e presieduta  da Riccardo Rossano, direttore artistico del Tarentum.

Queste le compagnie, la provenienza e i titoli degli spettacoli:

Compagnia  LA CRICCA    TARANTO  (TA)    con: QUESTI FIGLI AMATISSIMI       di Roberta SKERL

Comp. LA FILODRAMMATICA MARUGGESE            MARUGGIO           (TA)con: W  ZORRO, IL MUSICAL     di D’Orazio – Facchinetti

Compagnia I RESTI DI AMLETO        MESAGNE (BR)   con:            TANGO MONSIEUR    di Aldo Lo Castro

Compagnia DEI TEATRANTI   BISCEGLIE   (BT)     con :  I RI…PROMESSI SPOSI   di Enzo Matichecchia

Compagnia CICCIO CLORI   Castella Grotte    (BA)  con:  PINOCCHIA   di Stefano Benni

Compagnia ANNA DE BARTOLOMEO  TARANTO (TA)  con: TRE SULL’ALTALENA    di Luigi Lunari

Queste le decisioni della Giuria, Premi e motivazioni.

1° PREMIO – MIGLIOR SPETTACOLO IN ASSOLUTO   - Trofeo e Borsa di Studio di €. 500.00                                                                                      Questi figli amatissimi – Compagnia Teatrale LA CRICCA

"Lo spettacolo si segnala per l'attualità del tema trattato e per la godibilità dei dialoghi. La recitazione naturale e disinvolta degli attori, l'uso sapiente delle luci che scandiscono i passaggi di scena, l'equilibrio nei ritmi della narrazione rendono la performance molto gradevole nel suo complesso.

Continua

 

PREMIO MIGLIORE REGIA                                                                                                                           Aldo L’Imperio per “Questi figli amatissimi”

Per l’equilibrio e l’apparente semplicità con cui la sequenza delle scene e i personaggi si sono susseguiti sul palco, una supervisione attenta, mai invadente e, per questo, estremamente funzionale alla riuscita dell’intero lavoro.

PREMIO MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Maria Serena Ivone  nel ruolo di “Pinocchia”

Brillante nella recitazione, versatile in un ruolo complesso,  che prevedeva anche un cambiamento di personalità all'interno dell'intreccio, eclettica nelle diverse abilità richieste dalla performance, l' attrice ha interpretato il suo personaggio con una disinvoltura davvero convincente.

PREMIO MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA                                                                                       Silvio Gullì nel ruolo del  capitano Bigongiari in “Tre sull'altalena”

Ha mostrato un'ottima presenza scenica che gli ha consentito una convincente caratterizzazione del personaggio. Ricorrendo a una mimica istrionica, ha saputo sottolineare con linguaggio non verbale  le sfumature di un dialogo retto con un ritmo incalzante.

PREMIO MIGLIORE GRADIMENTO DEL PUBBLICO                                                                                “Questi figli amatissimi” – Compagnia Teatrale LA CRICCA

Per aver conseguito il maggior numero di preferenze espresse soltanto dal pubblico che ha assistito a tutti gli spettacoli del Festival

PREMIO MIGLIORE ATTRICE CARATTERISTA                                                                                        Serena Guida nel ruolo di Consuelo nel Musical "W Zorro"

Ha dimostrato importanti qualità attoriali, canore e di movimento, in uno spettacolo corale, dove riusciva a dare ritmo allo stesso, e carattere incisivo al suo personaggio. Un'attrice completa.                                 

PREMIO MIGLIORE ATTORE CARATTERISTA                                                                                              Vito Di Noi nel ruolo del maggiordomo in “Tango Monsieur”

Per i tempi comici, la presenza scenica, la capacità di dar vita ad un personaggio, un carattere, tra i più diffusi a teatro, senza per questo cadere nello stereotipo della macchietta del “servo sciocco”.

PREMIO PER I MIGLIORI COSTUMI                                                                                                                               Alla Compagnia  dei Teatranti per l’opera “I ri…promessi Sposi”

Per  aver realizzato, con studio e ricerca,  la varietà dei costumi riprodotti a quelli dell’epoca. Per l’uso intelligente, creativo e funzionale degli stessi  nello spazio scenico. 

PREMIO MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA                                                                                   EX AEQUO   Leo Ramirra e David Romanazzi nei ruoli del Gatto e la Volpe in “Pinocchia”                                             

Un premio in ex-aequo per una coppia di artisti che nella loro performance simbiotica ha divertito il pubblico con semplicità conferendo ai personaggi  il carattere autoironico, senza tralasciare l’astuzia ma anche una sana ingenuità, offrendo non pochi spunti di riflessione sui temi trattati.

PREMIO MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA                                                                          Giampiero Di Monte nel ruolo di Amanda in "Tango Monsieur"                                                                                                  

Con misura e coerenza, disegnava un personaggio solido, con tempi impeccabili e notevole presenza scenica. Attrice versatile e di spessore. 

PREMIO GIANNI AMODIO                                                                                                                                 Per il Teatro dei giovani

Premio fuori concorso, attribuito dalla Giuria, alla Compagnia del Canovaccio,  per “La promozione culturale e sociale che persegue con amore e passione sul proprio territorio attraverso la realizzazione di progetti teatrali per studenti e giovani”.