GIORNATA PIRANDELLIANA

Venerdì, 29 Aprile 2016
Pubblicato in Fuori Cartellone

Informazioni aggiuntive

  • Biglietto: ingresso libero
  • Sipario: conferenza ore 10 / laboratorio ore 18.30
  • Ingresso: conferenza ore 10 / laboratorio ore 18.

I GIGANTI A TARANTO 
Nell' 80° anniversario della morte di Pirandello tutti in italia e nel mondo stanno realizzando iniziative per ricordare questo gigante del teatro. Cosa possiamo fare noi per Pirandello? Cosa Pirandello può rappresentare oggi per la nostra società?

L'ultima sua opera incompiuta rappresenta un punto di svolta un punto nella produzione letterraria teatrale ed umana del grande siciliano "I Giganti della montagna" opera rappresentata dovunque ed in tutte le forme possibili. Forse in italia c'è solo una città che può incarnare e far rivivere sotto diversa luce l'opera postuma: TARANTO. 

Mai Pirandello avrebbe pensato che una sua opera potesse essere divorata, mangiata e sputata da una città, da una intera comunità.

"I Giganti a Taranto" costituisce il primo tentativo in Italia di appropriazione indebita di un'opera teatrale, un'appropriazione che dà nuova vita a Pirandello rendendo la sua opera patrimonio interiore di uomini e donne di una specifica città italiana. Taranto è il luogo dove reincontrare Pirandello e con lui fare un cammino di crescita e speranza partendo proprio dalle ultime parole scritte dal drammaturgo: Io ho paura. 

Con al presenza del presidente del Centro Pirandello di Agrigento, il Prof. Stefano Milioto, dove sono le spoglie di Pirandello, lo stesso fantasma di Pirandello prenderà corpo a Taranto in un lungo laboratorio cittadino che permetterà a distanza di 80 anni dalla morte di Pirandello di indicare i nuovi giganti della nostra società. "I Giganti a Taranto".

Programma della giornata: Venerdì 29 aprile "I Giganti a Taranto"
Ore 10.00: Conferenza "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" (ingresso libero su prenotazione)
Ore 18.30: I GIGANTI A TARANTO, lezione teatrale a cura di Alfredo Traversa (ingresso libero)